Con l’arrivo della stagione fredda bisogna sistemare anche la piscina fuori terra, quell’angolo di paradiso che avete creato nel vostro giardino e che dovrà essere poi pronto anche per la prossima estate. Lo svernamento è un momento molto importante ed indispensabile per non ritrovarsi piscine rotte o limacciose e verdi d'estate.

Lo svernamento passivo consiste nel non trattare l’acqua della piscina, rinviando alla primavera successiva una lunghissima operazione di ripristino, che si conclude sempre con il cambio totale dell’acqua. Decisamente una scelta scomoda e poco eco friendly, considerando lo spreco di acqua.

Lo svernamento attivo invece è consiste proprio nell’attuare una serie di azioni che vi permetteranno di ritrovare la vostra piscina come nuova. Poco sforzo per un grande risultato.

Perché Bisogna Preparare La Piscina All’Inverno?
Nelle zone del nord Italia, cove le temperature vanno spesso sotto zero, il ghiaccio è un problema per le persone e anche per le piscine. Quando il ghiaccio gela, si espande e quando si scioglie si contrae. La struttura, la pompa, il filtro, e i vostri tubi potrebbero subire dei danni perché sottoposte a questo stress tensivo.
Nelle città del sud Italia invece il rischio è la crescita di alghe. Le alghe costituiscono un altro problema, perché possono danneggiare la piscina e gli sforzi da fare in estate per pulirla sono moltissimi.

I trattamenti chimici da fare (svernamento attivo)
Coprire una piscina significa proteggere solo la superficie. Per questo è bene iniziare con la scorta di prodotti e sostanze chimiche per l’acqua, così da rendere sicuri i vostri livelli di pH, l'alcalinità e la durezza del calcio. Dopo aver pulito da le pareti interne ed il pavimento metterete le sostanze chimiche per iniziare a pulire la piscina.
Quando questo processo è completato, bisognerà fare il trattamento d'urto: noi vi consigliamo di utilizzare la dose consigliata di svernante (90 ml ogni 1.000 lt  d’acqua) che assicurerà una buona conservazione dell’acqua durante tutto l’inverno, preverrà  la  proliferazione  di  alghe  e  batteri,  la  precipitazione  del  calcare  e impedirà all’acqua di ghiacciare. Mettendo il funzione il filtro per alcune ore permetterete alle sostanze di arrivare in tutti i tubi e gli anfratti.
Adesso è il momento di togliere un po' d'acqua dalla vostra piscina. Molte persone suggeriscono di togliere abbastanza acqua da farla arrivare a circa 10/15 cm dalla base dello skimmer. Il passo successivo è scollegare i tubi per rimuovere e svuotare il filtro e la pompa. È importante lavare il filtro prima di scolarlo anche per assicurarsi che non abbia detriti residui.

La fodera o copertura invernale
Come ultimo step, bisognerà ricoprire la piscina fuori terra con un telo di copertura adatto, antigelo e anti raggi UV. Molto utile è anche la camera galleggiante di sostegno, da porre tra la copertura e l’acqua, che ha lo scopo di ridurre in caso di pioggia il peso che la copertura sosterrebbe da sola.