Possiedi una piscina e hai intenzione di effettuare unintervento di ristrutturazione o un miglioramento in campo energetico? Allora segui questa guida per scoprire come usufruire degli Ecobonus 2019 previsti dalla Legge di Bilancio: un ottimo modo per apportare modifiche al tuo impianto avvalendoti delle detrazioni fiscali.

Gli Ecobonus 2019 sono appunto dedicati al miglioramento delle prestazioni in ambito strutturale ed energetico e sono disponibili in due diverse tipologie: bonus ristrutturazioni 50% ed ecobonus 65%. L'importo delle detrazioni viene calcolato in base agli interventi da effettuare e prevede un rimborso percentuale differente a seconda della finalità.

Bonus ristrutturazioni 50%

Se hai in programma di ristrutturare la tuapiscina, potrai accedere a un rimborso pari al 50% della spesa complessiva.

Di seguito, un elenco dei possibili interventi per migliorare le prestazioni strutturali del tuo impianto:

  • Ristrutturazioni di tipo funzionale: operazioni volte a migliorare la resa generale della piscina in termini di funzionalità
  • Ristrutturazioni di tipo estetico: operazioni volte a migliorare l'aspetto estetico della piscina attraverso l'introduzione e la modifica di elementi decorativi
  • Ristrutturazioni dell'impianto: operazioni volte a migliorare l'impianto idrico della piscina attraverso la messa a punto o la sostituzione dei sistemi di filtraggio, delle tubazioni e degli accessori

Ecobonus 65%

Se hai in programma di migliorare l' efficienza energetica della tua piscina, potrai accedere a un rimborso pari al 65% della spesa complessiva.

Di seguito, un elenco dei possibili interventi finalizzati a ottimizzare le prestazioni energetiche del tuo impianto:

  • Installazione di scaldacqua a pompa di calore per riscaldare l'acqua della piscina
  • Sostituzione parziale o completa (no nuova installazione) delle pompe di calore per riscaldare l'acqua attraverso il trasferimento dell'energia presente nell'atmosfera
  • Installazione di collettori solari con processo a iniezione per riscaldare grandi quantità di acqua
  • Installazione di sistemi building automation per tenere sotto controllo la temperatura dell'acqua e gestirla al meglio
  • Installazione di sistemi ibridi compatti per gestire il riscaldamento dell'acqua

Mentre per le ristrutturazioni l'importo detraibile è fissato al 50%, nel caso dell'Ecobonus parte dal 65% per arrivare addirittura al 75%. Per accedere al rimborso, dovrai dimostrare di essere possessore della piscina su cui effettuare gli interventi.

Se ti trovi in un'abitazione indipendente, potrai usufruire di un bonus al 65% per una spesa variabile tra 30.000 e 60.000€; se, invece, abiti in un condominio, potrai usufruire di un bonus del 70-75% per una spesa complessiva di 40.000€ per unità immobiliare.

Come richiedere i bonus fiscali 2019

Per fare richiesta delle detrazioni fiscali previste per il 2019, dovrai dimostrare di aver effettuato gli interventi richiesti mediante regolare ricevuta di bonifico con l'importo dei pagamenti.

Nel bonifico dovranno comparire il tuo nome, cognome e codice fiscale in quanto mandante del pagamento, i dati della ditta o dei professionisti a cui ti rivolgerai per gli interventi e il numero di fattura.

Nel caso del bonus ristrutturazioni, la causale dovrà essere: “Lavori edilizi (articolo 16-bis del Dpr 917/1986)”. Per l' Ecobonus, invece, la causale dovrà essere: “Riqualificazione energetica (articolo 1, commi 344-347, legge 296 / 2006)”.

In più, per la ristrutturazione, dovrai presentare in Comune una regolare documentazione edilizia firmata dall'addetto ai lavori (SCIA, CILA, Permesso di costruzione), mentre per l'implementazione energetica dovrai inviare una pratica telematica mediante sito Enea entro 90 giorni dal termine dei lavori.