Il fascino di una piscina fuori terra sta proprio nella sua semplicità di installazione, nel costo ridotto e nella facilità di manutenzione. Per questo sempre più famiglie italiane decidono di dotarsi nel proprio spazio verde, anche se piccolo, di un angolo di relax e benessere dove rinfrescarsi d’estate.

Anche se le piscine fuori terra non necessitano di concessioni edilizie e non sono soggette a tasse, è molto importante decidere dove posizionare il nostro angolo privato, per trovare ristoro e mettersi al riparo dallo stress. 
Innanzitutto distinguiamo tre tipologie di piscine fuori terra e scopriamone assieme vantaggi e svantaggi.

LE PISCINE IN PVC GONFIABILI 

Questo è in assoluto il tipo di piscina più facile da montare e smontare. Se scegliete un prodotto di una certa qualità sarà perfettamente in grado di assicurare la resistenza al carico d’acqua, ma al contempo sarà anche molto leggera. Si tratta sempre di prodotti autoportanti che non richiedono particolare manutenzione. Naturalmente sono meno resistenti all’usura e al tempo, rispetto ad altri tipi di piscina.

LE PISCINE IN PVC CON STRUTTURA PORTANTE

La caratteristica principale di questo tipo di piscine è che sono senz’altro più resistenti di quelle gonfiabili e sono dotate di una struttura resistente e rinforzata esterna. In fase di montaggio non si ha a che fare né con viti né con bulloni, ma solamente con una serie di tubi in metallo che si incastrano tra loro. I prodotti migliori sono quelli in PVC speciale HQ-antideformante oppure in poliestere bispalmato ad alta tenacità, che vi garantisce una notevole resistenza ai raggi UV e alle intemperie. Richiedono un minimo di manutenzione per durare nel tempo.

LE PISCINE RICOPERTE IN LEGNO o ALTRE FINITURE

Normalmente si tratta di piscine con struttura portante ricoperte in legno, plastica o legno. Di facile montaggio, richiedono naturalmente una manutenzione più seria soprattutto per quanto riguarda la copertura. Si tratta senza dubbio della scelta che vi permetterà di ottenere il risultato estetico migliore: una piscina raffinata ed elegante nel vostro giardino senza spendere una fortuna.

LA ZONA PERFETTA PER SISTEMARE LA VOSTRA PISCINA FUORI TERRA

Una volta che avete scelto il modello più adatto alle vostre tasche e al vostro giardino arriva il momento di decidere dove installare la piscina.
Bisognerà fare attenzione a scegliere la zona più esposta al sole sin dal mattino e più riservata, per poter godere della piscina e abbronzarsi in santa pace. Vi consigliamo anche di posizionare la piscina in un’area protetta dal vento per non disperdere calore e acqua.
E’ anche meglio evitare di collocare la piscina vicino ad alberi e cespugli, che, per la presenza di foglie, polline, fiori, insetti, uccelli, contribuiscono ad inquinare l’acqua e rendono quindi molto più complesse le operazioni di filtraggio di quest’ultima.
E’ molto importante che l’area scelta sia pianeggiante e non ci siano pendenze, che potrebbero compromettere la stabilità della vostra piscina fuori terra. Evitate completamente zone con sassi e radici affioranti perché possono rovinare il fondo della piscina.