Che esercizi di nuoto fare in gravidanza: consigli e trucchi pratici!

Pubblicato il : - Categorie : Blog

Che esercizi di nuoto fare in gravidanza: consigli e trucchi pratici!

La gravidanza è un periodo straordinario nella vita di una donna, ma porta con sé alcuni disagi fisici che possono trasformarsi in vere e proprie difficoltà. Una delle opzioni più salutari e piacevoli per mantenere una buona forma fisica e affrontare i cambiamenti del corpo è il nuoto. Ti sei mai chiesta che esercizi di nuoto puoi fare in gravidanza? In questo articolo, esploreremo i benefici della piscina durante la gravidanza e i dettagli sull’attività natatoria più adatta a questo periodo particolare della vita di una donna.

I Benefici della piscina in gravidanza

La piscina diventa un'oasi di benessere per le future mamme. Attraverso attività come il nuoto, le donne in gravidanza possono sperimentare una varietà di benefici sia fisici che mentali in un ambiente sicuro e confortevole.

Come prima cosa, galleggiare in acqua riduce il peso corporeo percepito, alleggerendo la schiena e prevenendo dolori. Un vantaggio importante soprattutto negli ultimi mesi della gravidanza. Il movimento in acqua diminuisce di molto l’iperlordosi, la curvatura lombare che aumenta con la crescita del pancione, alleviando o prevenendo il mal di schiena. Gli esercizi di nuoto migliorano anche il tono muscolare, soprattutto nei muscoli più interessati al momento del parto come la schiena, il bacino e il perineo grazie alla resistenza offerta dall’acqua.

L’acqua svolge un’azione drenante favorendo la circolazione, donando sollievo alle gambe stanche, riducendo il gonfiore e contrastando la ritenzione idrica.

Inoltre, l’attività natatoria aumenta l'ossigenazione del sangue, apportando maggiori nutrienti al feto e migliorano lo stato emotivo grazie alla produzione di endorfine.

Esercizi e accorgimenti di nuoto in gravidanza

Il nuoto in gravidanza è un'attività straordinaria per mantenere il benessere fisico e mentale, ma è fondamentale farlo in modo sicuro e responsabile. Ecco quali accorgimenti seguire e quali esercizi di nuoto puoi fare in gravidanza per massimizzare i benefici e garantire la tua sicurezza mentre pratichi questa disciplina.

  • Consulta un esperto: prima di iniziare qualsiasi programma di nuoto in gravidanza, è essenziale consultare un esperto o un istruttore qualificato. Questo professionista ti aiuterà a strutturare un allenamento efficace e sicuro, considerando sia l'intensità che il volume delle attività in acqua.

 

  • Sii graduale nel tuo approccio: se sei stata sedentaria prima della gravidanza, è consigliabile iniziare con gradualità, specialmente nei primi mesi. Evita sessioni troppo faticose e prolungate nel tempo, poiché potrebbero causare un innalzamento eccessivo della temperatura corporea. È preferibile prediligere esercizi di nuoto leggeri che ti consentano di non superare il 60-65% della frequenza cardiaca massima.

 

 

  • Durata dell'allenamento: non esiste un numero preciso di vasche da completare, poiché dipende dalle tue condizioni fisiche individuali e dal livello di allenamento. In generale, si consiglia di non superare il tempo totale di 20 o 30 minuti al giorno. Questo ti permetterà di ottenere i massimi benefici senza affaticarti eccessivamente e migliorare sia l'umore che la forma fisica.

 

  • Frequenza e durata ideali: la frequenza ideale per allenarsi in sicurezza e senza stress eccessivo per il corpo è da 2 a 3 volte a settimana. Durante le sessioni, dosa gli sforzi e alternale con brevi periodi di riposo, ad esempio ogni 200 metri. Puoi continuare l'attività per tutto il periodo della gravidanza, a condizione che non ci siano complicazioni. Tuttavia, seguire un corso specifico per gestanti sotto la guida di personale qualificato è la scelta ideale per un allenamento sicuro.

 

  • Stili di nuoto consigliati:
    • Stile a dorso: ideale per rafforzare i muscoli della schiena, delle spalle e delle braccia, contribuendo a migliorare la postura. La galleggiabilità in acqua riduce il rischio di comprimere la vena cava inferiore con il peso del feto.
    • Stile rana: ottima scelta per tonificare i muscoli delle gambe e migliorare la circolazione sanguigna.

 

  • Stili da evitare: da evitare sono gli stili di nuoto che prevedono movimenti bruschi o torsioni, come il crawl, o quelli che richiedono uno sforzo più intenso, come il delfino. Consulta uno specialista o un istruttore qualificato se hai dubbi sull'adeguatezza di uno stile di nuoto.

Seguendo queste linee guida e ascoltando sempre il tuo corpo, potrai goderti i benefici del nuoto in gravidanza in modo sicuro e salutare, preparandoti al meglio per l'arrivo del tuo piccolo tesoro.

Salute e benessere in acqua: nuoto in gravidanza

Gli esercizi di nuoto in gravidanza offrono una serie di vantaggi per il corpo e la mente delle future mamme. Sia che tu preferisca il nuoto tradizionale o l'acquagym, è importante ascoltare il tuo corpo, consultare il tuo medico e goderti questo periodo unico con responsabilità. La tua esperienza in piscina può rendere la tua gravidanza più confortevole e prepararti per l'arrivo del tuo piccolo.


Vuoi un preventivo personalizzato?

Contattaci!