Come funziona e come scegliere la pompa per piscina?

Pubblicato il : - Categorie : Blog

Il cuore di ogni piscina, da quelle interrate a quelle fuori terra, è rappresentato dal sistema di pompaggio che fa circolare l’acqua attraverso il filtro per mantenerla pulita e trasparente durante tutto il giorno. La pompa è fondamentale per garantire che la piscina possa godere di buone condizioni senza pericoli di infezioni e irritazione per i bagnanti o la formazione di alghe e sporco sulla superficie dell’acqua o sulle pareti della vasca. Scopriamo assieme come usare al meglio la pompa della piscina!

 

Come funziona la pompa della piscina?

La pompa presenta un motore interno che spinge l’acqua da depurare verso il sistema filtrante della piscina, a sabbia o a cartuccia. All’interno del filtro, l’acqua viene purificata grazie alla presenza del materiale assorbente che trattiene anche le più piccole particelle e impurità presenti, mantenendo la piscina sempre trasparente. Per questo motivo, la pompa e il filtro sono due elementi imprescindibili l’uno dall’altro che devono essere sempre compatibili.

 

A questo punto, sorge spontanea la domanda: come scegliere la giusta pompa per piscina?

Non basta scegliere una pompa, ma è necessario installare quella più adatta rispetto alle esigenze della tua piscina. In particolare, bisogna assolutamente tenere in considerazione tre aspetti:

  • Portata: la portata della pompa, ossia la capacità di spostare un certo volume d’acqua, non deve mai eccedere la capacità del filtro, altrimenti la filtrazione può risultare troppo veloce o troppo lenta con la conseguente cattiva depurazione dell’acqua.
  • Prevalenza: si intende la capacità della pompa di vincere gli ostacoli presenti in piscina, ossia portare l’acqua oltre una certa altezza, perciò la presenza di curve, raccordi a T, skimmer o qualsiasi altro elemento che ostacoli il normale flusso dell’acqua, comporta una maggiore difficoltà.
  • Tipo di piscina: in particolare bisogna considerare le dimensioni della vasca, il volume d’acqua contenuto normalmente e la temperatura ambientale per poter far funzionare al meglio la pompa.   

 

Quando bisogna azionare la pompa in piscina?

Il momento migliore della giornata per azionare la pompa in piscina è durante le ore notturne, in modo tale che non si surriscaldi troppo come accadrebbe se fosse esposta alla luce diretta del sole. Quindi, per quante ore è necessario far girare la pompa della piscina?

La regola generale per mantenere la piscina pulita è fare in modo che la pompa rimanga in azione per compiere 2 cicli di filtraggio in 24 ore. In realtà, esiste una formula per calcolare in modo preciso il numero di ore in cui tenere accesa la pompa: bisogna dividere il volume dell’acqua in piscina per la velocità di filtraggio della pompa e moltiplicare il tutto per 2. Il risultato ottenuto corrisponde alle ore di attività per completare i due cicli di cui si è appena parlato.

Per quanto riguarda il calcolo del volume d’acqua, basterà moltiplicare le tre dimensioni della vasca: larghezza, lunghezza e altezza, e convertire il risultato in litri moltiplicandolo per 100. La velocità di filtraggio, invece, può essere ricavata tenendo conto che in media una pompa di potenza HP 1 può spostare 190 litri d’acqua al minuto, che corrispondono a 11.400 litri all’ora. Ottenuti questi dati, non resta che calcolare il numero di ore specifiche per depurare completamente la tua piscina! Ad esempio, se il tuo impianto contiene 75.000 litri d’acqua e la velocità è di 11.400 litri all’ora, allora la pompa impiegherà 13 ore per eseguire 2 cicli completi!

 

Come pulire la pompa della piscina?

L’ultima cosa che devi conoscere per utilizzare al meglio il sistema di pompaggio e garantire a tutti i bagnanti totale sicurezza e divertimento in piscina riguarda la manutenzione. Solitamente, ogni pompa è garantita per un certo numero di ore di attività effettuate, l’unica cosa a cui si deve prestare attenzione è la pulizia del cestello del prefiltro, ossia la parte in cui vengono trattenute le impurità più grosse in modo da non ostruire la pompa. Almeno ogni settimana, si dovrebbero estrarre le foglie, i sassolini, gli insetti o i capelli che si impigliano nel cestello, quindi, per effettuare questo procedimento è necessario spegnere la pompa, chiudere tutte le valvole di aspirazione verso la piscina, rimuovere il coperchio ed estrarre il cestello. Basterà lavarlo con un potente getto d’acqua corrente per rimuovere ogni residuo e infine riposizionarlo nella pompa. Solo nel caso in cui, nonostante la pulizia, l’acqua della piscina continui a rimanere torbida, probabilmente è arrivato il momento di sostituire la pompa con gli appositi sistemi di ricambio presenti in commercio.

 

Ecco come funziona la pompa della piscina! La pulizia e la filtrazione sono fondamentali per usare la piscina senza mai dover smettere un giorno! Visita il sito di Poolmaster e scegli il sistema di pompaggio più adatto alle tue esigenze!

Aggiungi un commento

 (con http://)