Come interrare una piscina fuori terra? Ecco come fare!

Pubblicato il : - Categorie : Blog

Accade spesso che si compri una piscina fuori terra per provare l’esperienza di averne una personale in giardino, e dopo un certo periodo di tempo si decida di volerla interrare. Ma la domanda è: si possono interrare le piscine fuori terra? Certo che sì, scopriamo assieme come!

 

Come interrare una piscina fuori terra?

Nonostante le piscine fuori terra siano nate per stare sulla superficie del terreno, è possibile procedere con l’interramento a patto di creare una “scatola” che le protegga dalla spinta della terra circostante. Ecco tutti i passaggi che devi seguire per interrare la tua piscina:

  1. Prima di tutto dovrai trovare il luogo adatto nel tuo giardino dove effettuare lo scavo. È sempre meglio accertarsi che non ci siano pozzetti interrati o condutture nascoste, e nemmeno radici di alberi o pietre. Inoltre, è necessario scegliere una zona soleggiata, protetta dal vento e lontana da alberi e piante per evitare che l’acqua si possa sporcare facilmente.
  2. Una volta delineata l’area, dovrai scavare il foro che conterrà la piscina che deve essere sempre più grande del diametro effettivo. Se la piscina è rotonda, dovrai calcolare un metro in aggiunta attorno alla circonferenza; se è rettangolare è meglio mantenere un metro in più in lunghezza e due metri in più in larghezza. Inoltre, la profondità dello scavo dovrà sempre essere di almeno 15 cm in più rispetto all’altezza della vasca, dato che sul fondo dovrà essere creata una piattaforma in calcestruzzo contenente una resistente rete metallica.
  3. Prima di montare la piscina all’interno del buco scavato, dovrai stendere un telo in feltro o polistirolo espanso come sottofondo per evitare che il liner si danneggi. In seguito, puoi posizionare la piscina collegando il sistema di filtrazione che si deve sempre trovare allo stesso livello del fondo della vasca.
  4. Lungo tutto il perimetro della piscina è necessario far aderire dei fogli di polistirolo espanso per proteggere l’esterno della struttura. Successivamente, si comincia a rivestirla con uno strato di mattoni per creare un muretto che la renderà robusta e attutirà la pressione del terreno. Infine, l’intercapedine vuota dovrà essere riempita con terra battuta o calcestruzzo fino al raggiungimento del bordo della piscina, dove verranno posizionate le piastrelle per la rifinitura finale.

 

Non dimenticare i permessi!

Prima di procedere con lo scavo, è bene sempre informarsi presso il proprio Comune di residenza riguardo ai permessi necessari per interrare una piscina fuori terra. Infatti, ogni volta in cui siano previste delle trasformazioni permanenti del suolo è necessario richiedere il permesso per la costruzione, anche nel caso dell’interramento della piscina. In genere, si dovrà ottenere il Permesso di Costruire per procedere con la trasformazione edilizia e urbanistica del territorio, inoltre se l’abitazione si trova in una zona soggetta a vincolo paesaggistico o storico sarà necessaria anche l’Autorizzazione della Soprintendenza e in caso anche l’apposita autorizzazione di un geologo per vincoli idrogeologici.

 

Tutte le piscine fuori terra si possono interrare, l’unica precauzione da tenere a mente è il fatto che la struttura portante della piscina non deve essere assolutamente modificata ma deve essere montata allo stesso modo di come sarebbe stata fuori terra.

Visita il sito di Poolmaster e scopri la vasta gamma di modelli di piscine fuori terra disponibili! Sicure, robuste e dall’estetica accattivante, saranno i perfetti compagni di viaggio per un’estate all’insegna del relax e del divertimento!  

Aggiungi un commento

 (con http://)