Come regolare il pH dell’acqua della piscina?

Pubblicato il : - Categorie : Blog

Avere una piscina in giardino è un sogno per molti, ma è importante ricordarsi che bisogna procedere con una manutenzione costante e quotidiana per poterla mantenere “in salute” nel corso del tempo. Infatti, a volte può capitare che l’acqua si intorbidisca o dia l’impressione di essere poco pulita, a questo punto per evitare qualsiasi tipo di rischio bisogna procedere con l’analisi dei componenti disciolti nell’acqua e successivamente intervenire per disinfettare e depurare l’ambiente con specifici prodotti chimici. Uno dei primi elementi da tenere in considerazione è proprio il pH.

A cosa serve il pH in piscina?

Con il termine pH si fa riferimento ad una grandezza fisica che indica, in questo caso, l’acidità (valori compresi da 0 a 7) o la basicità dell’acqua (valori da 7 a 14) contenuta nella piscina. Il valore ideale di pH deve essere compreso tra 7.2 e 7.6 per fare in modo che in piscina si creino le condizioni ottimali per garantire che i prodotti chimici disciolti, ad esempio il cloro, il flocculante, l’antialghe e l’anticalcare, compiano al meglio la propria funzione disinfettante in totale sicurezza.

Nel caso in cui il pH non rientri in questo range di valori, l’acqua tenderà ad intorbidirsi più velocemente e il livello di sicurezza e disinfezione sarà minimo. In particolare, se il pH è inferiore a 7.2, l’acqua acida rischia di corrodere le attrezzature metalliche, deteriorare la struttura e irritare gli occhi e la pelle dei bagnanti; invece, se il pH è superiore a 7.6, l’elevata basicità può provocare un accumulo di calcare in piscina e l’alterazione dei processi di igienizzazione.

Fai attenzione: il pH dell’acqua può variare anche a causa della pioggia, del numero di persone che vi si immergono o della vicinanza con le piante! Ecco perché è fondamentale sia d’inverno sia d’estate proteggere sempre la piscina con gli appositi teli di copertura.

Come controllare il pH in piscina?

Per controllare facilmente e rapidamente il valore del pH dell’acqua della tua piscina puoi ricorrere ad uno dei seguenti metodi:

  • strisce monouso: si tratta di sottili striscette con delle particolari zone imbevute di reagente sulla superficie. Devono essere immerse nell’acqua della piscina ad almeno 40 cm di profondità, successivamente mantenute in orizzontale per 15 secondi evitando il gocciolio, infine si dovrà confrontare il colore assunto dalla striscetta con la legenda segnata sulla confezione per capire se il livello del pH è corretto oppure no.
  • test con flaconi e provette: sono utili per misurare sia il livello di pH sia di cloro. Sono dotati di due provette che devono essere riempite con l’acqua della piscina, in cui vengono in seguito inserite delle gocce di reagente e mescolato assieme. In base al colore che l’acqua assume, verrà confrontato con l’apposita legenda per capire se i valori sono corretti o meno.
  • misuratori elettronici: si tratta di macchine inserite in piscina che monitorano molti parametri, tra cui il pH, tramite la rilevazione della differenza di potenziale esistente tra i due elettrodi. Possono essere gestite anche tramite app per avere sempre sotto controllo lo stato di salute della piscina.

   

Come regolare il pH dell’acqua della piscina?

Dopo aver misurato il livello del pH dell’acqua, si può procedere con la correzione del valore tramite l’aggiunta di appositi prodotti chimici. I due principali prodotti sono il Correttore pH Minus e il Correttore pH Plus. Il primo viene utilizzato per ridurre e stabilizzare il valore del pH, se superiore a 7.6; il secondo, invece, per aumentare e stabilizzare il valore del pH, se inferiore a 7.2. Solitamente, sono disponibili in formato liquido e devono essere inseriti direttamente nello skimmer o in piscina, precedentemente disciolti con dell’acqua tiepida. Inoltre, è importante seguire precisamente le indicazioni di dosaggio per evitare di stravolgere completamente l’equilibrio dei vari componenti chimici: ogni 1000 litri d’acqua si devono aggiungere 10 grammi di prodotto per modificare il valore di pH di 0.2 unità.

 

Adesso che sai come alzare o abbassare il livello di pH della piscina, scegli i prodotti Poolmaster!
Visita il nostro sito ed acquista in piena sicurezza il tester pH/cloro e il correttore pH Minus e Plus. Mantieni in salute l’acqua della tua piscina e goditi appieno la prossima estate!

Aggiungi un commento

 (con http://)