Coperture Galleggianti Invernali per piscine: Ecco come sceglierle!

Pubblicato il : - Categorie : Blog

Avresti mai immaginato che l’acquisto di una copertura galleggiante invernale per piscina rappresentasse un investimento che ti porta a risparmiare notevolmente sulla bolletta dell’energia elettrica?

Forse non lo credevi e forse non ne sei convinto, ma ora ti spieghiamo perché:

  1. Una piscina adeguatamente protetta da una copertura galleggiante, non ha bisogno di alcun meccanismo di filtraggio per tutta la durata dell’inverno, e questo significa un notevole risparmio di energia elettrica;
  2. Una buona copertura costituisce una schermatura dalle intemperie, e questo vuol dire prevenire danni e spese impreviste e superflue;
  3. Terzo, ma non meno importante, la copertura consente di utilizzare, alla riapertura della piscina, la stessa acqua della stagione precedente, previo filtraggio!

Per beneficiare di tutti questi vantaggi, è quindi opportuno scegliere una copertura galleggiante invernale di ottima qualità, non soggetta a cedimenti e adatta alla tua tipologia di piscina!

Elementi da considerare nella scelta delle coperture galleggianti per piscine

  1. Primo tra tutti, il materiale: è opportuno scegliere una copertura con una grammatura di PVC alta, perché sarà sinonimo di resistenza e di sicurezza.
  2. I sistemi di fissaggio: esistono coperture con fissaggio tramite tiranti elastici (che però prevedono l’inserimento di pioli nel terreno o nella pavimentazione), tubolari pieni d’acqua o tramite bolla d’aria a contatto con la parete interna della piscina. In questo caso la scelta dipende molto dalla tipologia di piscina.

Esistono addirittura sistemi di fissaggio che sono una combinazione delle tipologie sopra elencate! Per fare un esempio, nelle zone molto ventose si suole utilizzare sia picchetti che tubolari pieni d’acqua per garantire una maggior presa al suolo della copertura.

  1. Drenaggio: per evitare accumuli di acqua sulla superficie, le soluzioni sono principalmente 2. Puoi scegliere una copertura filtrante, con il vantaggio che l’acqua piovana viene fatta entrare in vasca mentre, al contempo, vengono filtrati e lasciati all’esterno sporcizia e detriti per preservare la buona qualità dell’acqua.

Potrai altrimenti optare per un telo impermeabile e munirti di un accessorio che prevenga le pozze d’acqua e che la copertura venga affossata dall’acqua piovana.

 

Qual è il modello migliore di copertura di piscina?

Come abbiamo anticipato, non esiste la migliore tipologia di copertura, esiste la copertura adatta alle tue esigenze, alla tipologia di piscina e alla conformazione del tuo giardino.

Per esempio, parlando di piscine esterne interrate, i tubolari pieni di acqua sono sicuramente la tipologia di fissaggio più semplice da installare, ma richiedono uno spazio di pavimentazione di circa 40cm oltre la vasca su ogni lato, l’assenza di prato erboso (che verrebbe rovinato dalla presenza del telo) e determinate condizioni meteo quali assenza di forti e frequenti raffiche di vento o abbondanti nevicate.

Insomma, la tipologia di copertura galleggiante per piscina è una scelta che richiede attenzione e una valutazione preventiva, ma noi di Poolmaster, grazie a tutto il nostro Team di esperti, sapremo guidarti nella scelta più adatta alle tue esigenze!

Aggiungi un commento

 (con http://)