Sei in partenza per una breve vacanza? Ecco come per prevenire eventuali danni

Pubblicato il : - Categorie : Blog

Con l’arrivo della bella stagione si iniziano a pianificare le tanto amate vacanze estive. Quel periodo in cui potrai iniziare a rilassarti in riva al mare, concederti un tuffo in acqua e riposarti sotto la calura del sole.

Così inizi a pianificare il viaggio, cominci a dare un’occhiata ai biglietti aerei e inizi a prenotare le camere d’albergo. Manca però solo un piccolo particolare: la casa. Hai considerato che dovrai lasciarla sola per una o forse due settimane? Senza dimenticare la piscina. Lo sapevi che se non esegui una corretta manutenzione una volta tornato a casa potresti trovare la vasca torbida e piena di alghe e detriti? La soluzione ideale sarebbe quella di eseguire dei piccoli accorgimenti in modo tale da proteggere la piscina e ridarle il giusto splendore di sempre.

 

Cosa fare prima di andare in vacanza

Prima di abbandonarti al meritato relax lungo le sponde del mare sappi che se ci tieni a riutilizzare subito la tua piscina dopo la tua vacanza estiva dovrai:

  • Regolare il pH. Sai quanto è importante mantenere ad un livello standard i parametri del pH e del cloro. Per garantire la trasparenza e l’igiene dell’acqua, il valore del pH ottimale deve essere compreso tra i 7.2 e 7.6, range che permette di proteggere la pelle evitando la secchezza delle mucose e piccole irritazioni agli occhi.

In genere, il pH va controllato periodicamente attraverso dei particolari prodotti e per farlo basta seguire le istruzioni presenti nel retro della confezione. Il cloro, invece, viene impiegato nell’acqua della piscina sottoforma di composto come acido ipocloroso con la funzione principale di sterilizzare l’acqua.

 Il valore ottimale del cloro nella vasca deve essere compreso tra lo 0.6 ppm e 1.50 ppm e deve cercare di essere uniforme in qualsiasi punto della vasca. Per regolare il valore basta acquistare uno dei tanti prodotti disponibili in commercio e seguire le istruzioni presenti nel retro della confezione.

 

  • Effettuare la superclorazione. Dato che per un breve o lungo periodo la piscina non verrà disinfettata è necessario eseguire la superclorazione, o clorazione shock, un trattamento chimico a base di cloro che consiste nell’introdurre, nell’acqua della piscina, una dose di disinfettante superiore alla dose standard consentita.

Questo serve a sterilizzare, disinfettare e quindi eliminare i microorganismi che sono sopravvissuti anche alla pulizia dei detergenti. È necessario eseguire tale trattamento al ritorno dalle vacanze e, successivamente, ogni due settimane durante la messa in funzione della piscina.

La quantità di prodotto da impiegare varia in base allo stato di contaminazione dell’acqua e, in genere, si consiglia di utilizzarne 15 - 20 g/m³ di disinfettante, ma se l’acqua è particolarmente ricca di ferro bisogna aggiungere una dose di flocculante.

 

  • Utilizzare le pastiglie di tricloro. Queste pastiglie dovranno essere introdotte nello skimmer o sotto la griglia del bordo sfioratore. Solitamente bastano 3 pastiglie da 200 grammi ogni 10 mc di acqua.

 

  • Mantenere acceso l’impianto di filtrazione. Se è possibile, cerca di tenere acceso per almeno 8 ore l’impianto di filtrazione, in questo modo eviterai che i prefiltri inseriti all’interno dell’impianto possano intasarsi da eventuali residui di calcare e altri detriti. Nel caso in cui, al tuo ritorno, trovi l’impianto di filtrazione ostruito potrai effettuare un piccolo test, il contro lavaggio che serve a eliminare lo sporco e assestare la sabbia.

 

  • Copri la piscina con un telo. Dato che mancherai da casa per diversi giorni è consigliabile coprire la piscina con un telo antigelo che è fatto da un materiale isolante e non consente a foglie, pioggia e insetti di cadere dentro il sistema d’impianto.

 

Non temere: se riuscirai a seguire questi brevi consigli, non appena tornerai dalla tua vacanza estiva stai sicuro che potrai godere della tua splendida piscina e terminare in bellezza la stagione di bagni. Provare per credere!

Aggiungi un commento

 (con http://)