Temporali estivi: come difendere l’acqua della tua piscina esterna

Pubblicato il : - Categorie : Blog

Negli ultimi anni le stagioni calde stanno diventando sempre più umide e piovose. Se possiedi una piscina esterna, saprai bene che pioggia..

Negli ultimi anni le stagioni calde stanno diventando sempre più umide e piovose. Se possiedi una piscina esterna, saprai bene che pioggia e umidità possono essere deleteri per l'acqua contenuta nella vasca, in quanto un rovescio carico di acidità potrebbe modificarne il PH o un acquazzone di grosse proporzioni potrebbe invece aumentarne la quantità, cambiandone la composizione.

In caso di piccoli temporali o pioggerelle di lieve entità non dovrai preoccuparti; se, invece, il meteo prevede forti precipitazioni, potrai prendere qualche provvedimento in anticipo per evitare danni.

Accorgimenti utili in previsione del temporale

Ci sono diversi accorgimenti utili per proteggere la tua piscina dai temporali estivi.

- Gli arredi da giardino

Prima di tutto, dovrai occuparti degli arredi e degliaccessori presenti in giardino e a bordo piscina.

Nello specifico, dovrai raccogliere e mettere al sicuro:

  • Giochi e giostrine
  • Gonfiabili da giardino
  • Piante e vasi di fiori
  • Elementi decorativi
  • Tavoli e sedie, in particolare quelli di plastica
  • Cuscini, sdraio e ombrelloni
  • Giochi acquatici, braccioli, salvagenti e materassini
  • Griglie, barbecue e fornelli
  • Accessori per la piscina

Tutti questi oggetti, in caso di temporale violento, potrebbero cadere in piscina provocando contaminazioni e danni: spostandoli in garage o sotto un apposito padiglione, non rappresenteranno più un problema.

- La chimica dell'acqua

Un altro accorgimento utile riguarda lacomposizione chimica dell'acqua contenuta nella tuapiscina. Per contrastare l'arrivo dellapioggia puoi effettuare un trattamento con un prodotto alghicida, che ti aiuterà a evitare la formazione di alghe dovute al contatto tra l' acqua della piscina e i detriti contenuti nell'acqua piovana.

Contro le alghe potrà esserti utile anche effettuare un'accurata pulizia dei filtri e un lavaggio in controcorrente, che ti permetterà di eliminare ogni traccia di calcare o di grasso presente nel sistema di filtraggio.

- I collegamenti elettrici

Ultimo importante accorgimento da seguire in caso ditemporali estivi: ildistacco dei collegamenti elettrici. Per tenere la tuapiscina al sicuro, dovrai spegnere la pompa prima che la precipitazione abbia inizio e, eventualmente, dovrai disattivare il timer per l'accensione e lo spegnimento automatico della stessa.

Trattamento shock: serve davvero dopo un temporale?

Una volta terminato il temporale e verificato che non ci siano danni potrai effettuare, se lo vorrai, un trattamento shock all'acqua della tua piscina. Quest'operazione non è strettamente necessaria, ma può servire a darti maggiore tranquillità.

Il trattamento consiste nell'inserire in acqua una massiccia quantità di cloro (in forma granulare, nello skimmer, o in forma liquida, direttamente nella vasca), spazzolare le pareti e il fondo della piscina e tenere acceso il sistema di filtraggio per almeno sei/otto ore di fila.

Per un risultato eccellente puoi utilizzare unprodotto ad alta concentrazione di cloro, seguito da un prodotto flocculante da inserire nello skimmer. Per terminare il trattamento, puoi concludere la pulizia con un alghicida: una volta finita l'azione del prodotto, puoi completare la pulizia eliminando tutti i residui rimasti in piscina con appositi accessori come retini, aspiratori e spazzole.


Vuoi un preventivo personalizzato?

Contattaci!